Profilo generale

AREA STILISTICA

Tutte le attività didattiche (corsi, laboratori, seminari, ecc…) svolte all’AMM sono riferite all’area stilistica internazionalmente riconosciuta come “Popular Music” nella quale sono compresi un’infinita’ di generi e sottogeneri musicali (pop, rock, blues, jazz, soul, r&b, funk, rap, techno, country, folk, gospel, musical, musica sudamericana, musica da film, ecc…).

PROPOSTA DIDATTICA
Corsi Ordinari

I corsi ordinari sono corsi individuali di strumento e canto, una scelta strategica mirata ad ottenere il massimo risultato in base alle capacità personali di ogni singolo studente. A seconda del tipo di strumento prescelto i corsi ordinari si distinguono in multigenere (MLG) che, affronta un linguaggio multistilistico e unigenere (UNG) che focalizza lo studio su di un singolo stile musicale.

A seconda delle esigenze personali, disponibilità e obbiettivi vengono proposti agli iscritti corsi ordinari di strumento e canto in due indirizzi diversificati:

  • Corsi a indirizzo amatoriale

Nei quali l’allievo ha la possibilità di proporre un percorso musicale personalizzato su tematiche di proprio interesse con l’intento di acquisire competenze di cultura e tecnica musicale sia per piacere personale che per scopi di socializzazione derivati dai vari corsi complementari collettivi (musica d’insieme, home digital recording, coro, ecc..).

  • Corsi a indirizzo professionale

La formazione musicale avviene attraverso un sistema interdisciplinare che collega le classi di strumento e canto alle attività complementari obbligatorie e facoltative, garantendo una preparazione tecnico-strumentale/vocale e teorico-musicale completata senza però tralasciare la capacità creativa.

I corsi con indirizzo professionale sono strutturati su 3 livelli di preparazione: base, perfezionamento e specializzazione; i quali vengono accertati attraverso esami periodici.

L’ingresso diretto al livello perfezionamento o specializzazione avviene tramite colloquio atto a stabilire l’idoneità del candidato.

Il superamento degli esami consente il passaggio al livello successivo.

Corso Base

Il corso base multigenere mira al raggiungimento di una preparazione teorico-armonica e tecnico- strumentale necessaria per affrontare i primi ostacoli nell’esecuzione del brano come il controllo tecnico e sonoro dello strumento, la lettura della partitura e il controllo del sincrono metronometrico ovvero la capacità di seguire la scansione del metronomo o di interagire con gli altri musicisti attraverso la pratica d’insieme per lo sviluppo dell’Interplay. Lo scopo primario è di mettere in condizione chi terminerà questa fase di studi di avere acquisito quelle nozioni indispensabili per poter suonare, leggere e trascrivere facili brani musicali in modo autonomo. Con il superamento di questo corso previo esame, si accede alla fase di studio successiva: il corso di Perfezionamento.

Corso Perfezionamento

Il corso di perfezionamento multigenere o unigenere e’ incentrato nella sua prima fase al consolidamento, approfondimento e integrazione degli argomenti teorico-armonici e tecnico-strumentali trattati nel corso base, addentrandosi nello studio dei molteplici generi musicali trattati nei corsi MLG o specifico genere musicale prescelto nei corsi UNG. Particolare attenzione sara’ data alla musica “suonata” cioe’ agli incontri di musica d’insieme, indispensabili per lo sviluppo e l’acquisizione delle capacita’ di interazione, scambio e raffronto con gli altri musicisti, cosi’ come al potenziamento delle capacita’ analitiche e riconoscitive tramite il solo ascolto della musica acquisite nel corso di ear training. Nel corso sara’ inoltre trattato il tema dell’improvvisazione per il raggiungimento della sua consapevolezza, del suo sfruttamento e controllo. Con il superamento di questo corso previo esame, si accede alla fase di studio successiva: il corso di Specializzazione.

Corso Specializzazione

Il corso di specializzazione multigenere o unigenere e’ finalizzato al conseguimento del diploma master di specializzazione che è il punto più alto dei corsi ordinari. Il corso e’ incentrato nella sua prima fase al consolidamento, approfondimento e integrazione degli argomenti teorico-armonici con particolare riferimento all’armonia, alla composizione e all’arrangiamento, trattati nel corso perfezionamento. L’approfondimento musicale riguardera’ innanzitutto uno scrupoloso lavoro tecnico-strumentale per una perfetta esecuzione, interpretazione “la musica scritta non è tutto, l’interpretazione è l’espressione massima dell’artista”  e la costruzione di un repertorio musicale nei vari stili nel caso di corsi MLG (multigenere) o in uno stile unico nel caso di corsi UNG (unigenere). Non meno importante è l’acquisizione di un comportamento professionale sia in studio che in ambito “live” abbinato ad una conoscenza delle regole fondamentali del “music business”.

 

Corsi Complementari

A compimento del percorso didattico sono i corsi complementari (teoria e solfeggio, armonia funzionale, ear training e pianoforte complementare) i quali rappresentano, oltre l’imprescindibile base, il necessario completamento della formazione musicale attraverso l’apprendimento delle materie teoriche che, assimilate con gradualità attraverso tutte le fasi di studio divengono indispensabili al raggiungimento di un alto livello di preparazione musicale e professionalità. Un obbiettivo ambizioso per l’analisi e la comprensione del materiale teorico e armonico per la composizione, l’arrangiamento e l’improvvisazione.
Per i cantanti gli strumentisti a fiato e i percussionisti (percussioni e batteria) è d’obbligo la frequenza al  corso di pianoforte complementare con il quale potranno usufruire di uno strumento armonico con il quale ascoltare l’effetto sonoro di esercizi teorici e armonici o di fare pratica con le esercitazioni di ear training. Con una buona applicazione, eseguire o comporre facili brani musicali.

Laboratori

I laboratori si possono definire la palestra ideale per il “gioco di squadra” .
I laboratori di musica d’insieme diventano indispensabili per il futuro musicista che dovrà saper interagire con gli altri elementi del gruppo imparando soprattutto a sentirli (non solo con le orecchie) e ad agire di conseguenza, in simbiosi, consapevole del ruolo del proprio strumento all’interno della band, con il giusto equilibrio e senza mai prevaricare. L’essenza della musica suonata assieme risiede nell’equilibrio di tutti i componenti dai quali scaturisce un opera artistica nella sua unicità. Il laboratorio serve inoltre per assimilare il “groove” per lo sviluppo del ”Interplay” e la pratica dell’ ear training.
I laboratori corali rappresentano la versione vocale della musica d’insieme concentrando la maggior parte dell’attività sull’intonazione, la dinamica, il sincrono e la ricerca dell’insieme di gruppo fra i coristi. Il laboratorio è inoltre finalizzato alla formazione di gruppi vocali che, con la creazione di un repertorio, avranno la possibilità di esibirsi in performance dal vivo.